Il Blog che guarda tutto cio che vede


Esiste il modo di convincere l'opinione pubblica?
O forse sono tutte balle queste storie sulle operazioni psicologiche con tanto di studi e ricerche?

L'Assessore Pavanetto (provincia di Padova) a quanto pare pensa che stiamo mettendo a repentaglio il sistema di sicurezza dando informazione ai potenziali criminali.

Carissimo Assessore Pavanetto,

Forse dovrebbe contattare qualche suo collega di Parma e confrontarsi un pochino.
Questo perchè sul sito della Polizia municipale di Parma c'è una mappa delle telecamere on line di tutta Parma.


Quindi, secondo i concetti espressi da Lei, sarebbe anche la Polizia di Parma a mettere a repentaglio la sicurezza rivelando pure dove sono i centri di controllo, cosa che tralaltro nemmeno noi abbiamo fatto.

ECCO COSA VEDONO


Noi mappando le telecamere non ci mettiamo di certo contro le forze dell'ordine,
c'è anche scritto sul manifesto di anopticon, ma richiediamo l'intervento attraverso l'autorità competente "Garante per la protezione dei dati personali".

Quindi siamo in ricerca dell'autorità.

Facendo un sopraluogo a Padova ho notato che molte telecamere di tipo dome sono senza informativa. Saranno mica quelle della sicurezza?

Violare la legge sulla privacy non è di certo una cosa dalla parte della legalità.
Come mai Lei non si è preoccupato di girare per Padova e vedere quali sono le altre telecamere, magari quelle che non sono delle forze dell'ordine?

Vede qui si discute sulle telecamere eccessive. Basta guardare la densità delle telecamere di Parma rispetto a quelle di Venezia per rendersi conto del problema. (Venezia ha qualche telecamera di troppo).

Ci sono diversi rapporti sulla videosorveglianza disponibili on line, con numeri, statisctiche, mappe e percorsi effettuati.
Violano la sicurezza?

Parma non è l'unica città a pubblicare la posizione delle proprie telecamere.
Tralaltro dovrebbe esserci anche un cartello di informativa in loco, ben visibile.

A Padova c'è su tutte le telecamere?

Purtroppo per sua informazione a quanto si legge su "La Repubblica" il presidente dell'autorità Garante della Privacy ha detto che Anopticon è utile.

Quindi il progetto forse è inutile solo a Lei oppure a quelli a cui la privacy altrui non interessa.

Io credo che Lei sia solo mal informato.
C'è un piccolo segreto che tutti gli agenti della sicurezza conoscono e Lei dovrebbe sapere:
La paranoia è una virtù.

D'altra parte chi può biasimare più di tanto il suo comportamento, si tratta di un Suo livello di paranoia. Ottima reazione, ma attenzione:

Lei direbbe ad un mafioso che è stato Lai a denunciarlo?

L'italia è grande, dentro all'italia purtroppo c'è anche la mafia, ci sono anche i delinquenti comuni, i malintenzionati e gli sballati vari.

Dietro alle telecamere potrebbero esserci interessi economici e politici molto potenti. Milioni di euro, soldi a palate.
Non posso sapere a priori chi installa le telecamere.

Quindi, io nascondo la mia identità per due motivi:
Il primo è semplicemente che le denunce vanno fatte in modo che il denunciante resti protetto dalle ritorsioni criminali.
Il secondo è che usare il nickname "EPTO" come nome d'arte mi consente di condurre una vita normale e senza troppi gossip, senza essere aditato a vita come "quello delle telecamere".
Non è forse questo un diritto alla riservatezza valido?

Non ci aveva pensato?
Ovviamento no, perchè su alcuni giornali si sono inventati questo fatto che io dovevo nascodere la mia identità per evitare le ritorsioni delle forze dell'ordine.
Ritorsioni dalle forze dell'ordine? E perchè mai dovrebbero esserci? Non è mica illegale Anopticon. Un momento, ritorsioni? Ma non è una parola che di solito viene usata per le ritorsioni criminali? Lasciamo perdere.

Mi hanno anche ritratto più vulcanico o ETNicO di quello che sono.

Spero che ci siamo capiti, come vede chi riporta l'informazione male può distorcere la realtà.

Mi dia retta, si faccia un bel giro di Padova, è una bella città, scopra quali telecamere sono illegali.

Lei ha visto la mappa? Ha sengalato le telecamere abusive al Garante? Spero che Lei non intenda favoreggiare le telecamere illegali Trovate un po qua e la nelle mappe, anche a Padova.
Guardi che il favoreggiamento della violazione della privacy è illegale.

É gia tanto che non ho fatto ricorso all'autorità giudiziaria, che magari prima sequestra tutte le telecamere e poi dopo anni decide. Questo si che paralizzerebbe il sistema.

Se vuole a Padova facciamo un'eccezione ;)

EPTO

 
mmmm
ritorsioni dalle forze dell'ordine....
puzza questa storia.... fatemi cercare in rete... ma...
O mio dio! No! Non intenderanno mica
verità per Federico
Processo Federico Aldrovandi, condannati gli agenti
Giuliana Rasman


NO COMMENT!
Datemi retta La paranoia è una virtù.

Postato il 16/01/2010 alle 01:53 | Scrivi | Tags: pavanetto, padova, anopticon
Categoria: Anopticon
 Visualizza sulla webgui di tramaci.org





Hydra è un “Grande Fratello occulto” che attraverso l’incertezza di essere sorveglianti controlla il Canale della Giudecca proprio come intendevano George Orwell nel romanzo 1984 e Jermy Bentham nel progetto del Panopticon.

Questo sistema che è stato sviluppato con gli algoritmi per il riconoscimento delle persone, traccia gli spostamenti degli oggetti che si muovono, unisce le immagini tra loro in una visione dall’alto.
Il Canale della Giudecca è un’immagine unica.

Allo stato attuale non è in grado di riconoscere imbarcazioni più corte di 10 metri, non è in grado di riconoscere il volto delle persone, a chi lo gestisce sembra non interessino le questioni private della gente. Ma l’aggiornamento è sempre in corso… Ci sono varie fasi.

Abbiamo gia trovato dichiarazioni contrastanti riguardo il fatto che le telecamere di Hydra possano arrivare vedere il volto, quindi siamo andati a vedere. Abbiamo scoperto che le telecamere vedono benissimo le rive e le persone che passano sotto alle celle di sorveglianza.
La visibilità sulle rive si estende per centinaia di metri, ovviamente la maggior parte della ripresa è in acqua per ovvi motivi.

Non trovano ancora spiegazione le due telecamere del sistema Argos (Padre pioniere del sistema Hydra) che rilevano il moto ondoso a terra. Sono munite di un potente illuminatore notturno.
Si trovano all’isola Nova del Tronchetto sopra all’ACTV.

Quindi è evidente che dietro potrebbe esserci un sistema di tracciamento delle persone a terra. É anche evidente che a Venezia si tenta sempre di costruire un panopticon.

Ci sono telecamere dome (a 360°) accanto alle telecamere di Hydra, questa è una esagerazione!
1,4 Milioni di euro per installare queste telecamere e ne chiedono altri 14 milioni!
Quindi emerge un business attraverso magari qualche progetto europeo che con la scusa del terrorismo (che non c’è) cerca di installare il “Grande Fratello Occulto”.

Ci sarà un progetto di paura per tutta Venezia per installare le telecamere?

Hanno anche ammesso che le telecamere sono nascoste. Ci sono da più di un anno ed i cartelli di videosorveglianza non ci sono. Il traffico di dati scorre veloce sulle antenne delle telecamere da parecchio tempo e non ci sono i cartelli di informativa. Non ci sono perché si tratta di un “Grande Fratello Occulto” così come viene chiamato alla presentazione del progetto.

Vogliono ampliarlo a tutta la laguna, non fatevi imbambolare dando il vostro consenso al Grande Fratello con la scusa del terrorismo o del moto ondoso, ormai abbiamo gia capito che si tratta di una tecnica da partito.






Esistono un sacco di leggi che se fossero applicate alla lettera in modo molto elastico ed acrobatico, potrebbero creare danni e problemi a chiunque.
Ovviamente in certi casi, senza alcun reato, qualche poliziotto, abile acrobata, saprebbe sfruttarle per riempirsi le tasche. Per esempio si potrebbe addirittura denunciare tutto il campo Santa Margherita, 24 ore su 24, per manifestazione abusiva. Ovvio che non è possibile, ma è fattibile, basta solo crederci.
Perchè parlare solo di poliziotti e sbirraglia varia quando sappiamo benissimo che tali acrobazie possono essere fatte anche da qualche avvocato.
Proprio con questi trucchi stanno perseguitando un bar, il più debole per vedere la nostra reazione.
Si tratta della prima mossa per mettere le ronde, sotto mentite spoglie, a Santa Margherita ed estendere la chiusura alle 23 per tutti i locali con la scusa dell'“ordine pubblico”.
Nel caso del campo Santa Margherita a Venezia, questo problema d’ordine pubblico è una necessità inesistente, una montatura creata ad arte con l'inganno ed altri sistemi da "partito" gia analizzati in passato.

Hanno causato i poliziotti il problema d’ordine pubblico militarizzando il campo S. Margherita, creando nella gente paura, allarmismo con la loro “sfilata di moda poliziesca” tra campo S. Pantalon e S.Margherita. Vogliono mettere gli stewart pagati dai bar creando una “tassa occulta” che uscirà diritta dalle nostre tasche?

Non è a caso che siano state mandate ordinanze ad un bar di chiudere alle 23:00, ad una Kebabberia, una pizza al taglio. Sono guardacaso tutti extracomunitari. Dai giornali si evince che ci sono altre quattro ordinanze in arrivo, guardacaso i bar e le altre attività commerciali a S. Margherita gestite da extracomunitari sono proprio quattro. C’è di mezzo il Razzismo, altro che ordine pubblico.
Il blocco delle bevande, anche di quelle analcoliche, da l’impressione di una mossa da concorrenza sleale fatta a favore di qualche altra attività che potrebbe far parte di qualche ipotetico “giro”.

In campo c’è una raccolta di firme per una petizione che elimini le ordinanze contro il campo, tutto svolto come previsto dalla democrazia. A quanto pare, potrebbe esserci un losco individuo, che in qualche modo tira i fili delle marionette poliziesche. Sembra che abbia costretto gli agenti ad intervenire con uno schieramento di forze eccessivo (Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Municipale) per tentare di reprimere la raccolta di firme e così la democrazia.
Sembra che lo stesso losco individuo abbia riferito ai giornalisti dell’Apriscatole che, quando arriveranno i politici amici suoi della Lega Nord in comune, i locali a Santa Margherita saranno chiusi. Poi, stando a ciò che è stato riferito, questo personaggio avrebbe nella rubrica del suo telefonino cellulare i numeri di telefono di numerosi capi delle forze dell’ordine e di questi fantomatici politici.

Strano che siano state chiamate tutte le forze dell’ordine per una raccolta di firme, vero?
Una strana coincidenza?

Ovviamente quando gli agenti sono arrivati sul posto, non hanno fatto nulla perché la chiamata era immotivata. Gli agenti hanno fatto sapere che erano stati chiamati anche con qualche telefonata da “quest’individuo” e da Roma, poi sono andati via verso il campo a non fare nulla perché effettivamente era tutto normale e non c’era nulla da fare, solo la normalità, altro che problemi d’ordine pubblico.

È forse questo il motivo per cui in campo S. Margherita il mese scorso era pieno di polizia come se ci fosse qualche attentato in corso?

Altro che i fatti reali avvenuti vicino al campo dai Frari:
Un accoltellamento per qualche giro di droga, li non c’è nulla di tutto questo.

Il fatto è che i Veneziani non sanno nemmeno cosa sia la criminalità, vivono bene e non hanno grossi problemi come nelle grandi città.
Durante la raccolta di firme alcuni residenti ci hanno fatto sapere i loro problemi:
I bambini non possono giocare in campo col pallone oppure con il triciclo e sono fermati dalle forze dell’ordine.

I residenti tra il ponte di S. Margherita e la gelateria, attorno al Chet bar sono soltanto otto.
Com’è possibile che ci siano 140 firme di residenti del luogo?

Abbiamo analizzato la situazione di Campo S. Margherita di sabato sera e non abbiamo potuto notare la musica troppo alta dei bar, gli schiamazzi troppo forti e la troppa gente.
L’emergenza è una montatura. La gente si istiga e poi si ottiene il consenso dell’opinione pubblica attraverso i sistemi di controllo delle masse, ecco cosa è stato fatto in campo sui residenti, ai danni dei residenti quando vogliono far giocare i loro bambini, a danno dei residenti veneziani, quando vanno nei bar la sera.

“Alla faccia dei padroni a casa nostra”.

Venezia non è come le altre città, qui non c’è spazio per i giovani, stanno trasformando Venezia in un museo, lentamente, con o senza il consenso dell’opinione pubblica, mentre il 3% l’anno della gente se ne va oppure muore di vecchiaia. Il “partito” aspetta che a colpi di 3% si arrivi al 100% per
sbarazzarsi dei veneziani e far girare la grande giostra Venezia, il museo a cielo aperto dove gli autoctoni non ci sono e si crea così un paradiso per tutti i tramaci turistici del “mordi e fuggi”.

Per quanto riguarda certi partiti, se ciò che sappiamo fosse vero, vorrebbe dire che a Venezia ci sarebbe un personaggio, con determinati amici importanti, che conterebbe di più delle oltre 250 firme gia raccolte a sostegno dei bar e del campo S. Margherita. Questa sarebbe una dittatura.




Venerdì 27 Novembre h 11:00
Cs Cantiere, Via Monte Rosa, 84 Milano
Presentazione del progetto
Anopticon





Big Brother viewer 2.0



La mappa del "Grande Fratello" oggi è ancora più potente:
Sono state aggiunte nuove funzioni e nuovi tipi di telecamera, adesso supporta anche le telecamere "sotterranee" e le aree ZTL.
Con la nuova funzione "Tagga Telecamera" non è più necessario fotografare le telecamere una ad una quando sono sullo stesso punto, ma si può fare una foto di gruppo indicando quali sono le telecamere.
Possiamo avere più informazioni sull’altezza e l’informativa (se presente) con le nuove schede.
Grazie alla sezione tecnica ( http://tramaci.org/anopticon/tech ) finalmente possiamo vedere le telecamere e capire bene di che cosa si tratta, modello per modello, tipo per tipo.
Chiunque può segnalare le telecamere ed inserirle nella mappa.
Sono in arrivo delle nuove funzioni per gli utenti "Angel":
Inserimento rapido e massiccio di telecamere, scrivere i post e collegarli alle telecamere, la "Angel Area" per la gestione della mappa.
Presto per gli utenti "Angel" ed i gruppi del progetto Anopticon sarà possibile scrivere sul B-Log il Blog sul Grande Fratello direttamente dalla WebGui di tramaci.org

Visita la Mappa delle telecamere

Postato il 11/11/2009 alle 17:58 | 
Tags: telecamere, videosorveglianza, mappa
Categoria: Anopticon
 Visualizza sulla webgui di tramaci.org


Pagina


Mappa delle telecamere:

Big Brother Viewer


Cerca:


Tramaci.org su Facebook:

F  
Sinottico:
sinottico Quanto è videosorvegliata la tua città?
Scoprilo anche tu visitando il Sinottico.
Potrai avere informazioni sulla videosorveglianza della tua città.

Anti IMOB:

NON É PIÚ OBBLIGATORIO VALIDARE GLI ABBONAMENTI IMOB:
Per saperne di più.
Comitato NoMob.
Novità su IMOB.

OnionMail:
OnionMail Tor Hidden service di Posta:
Nuovo server di posta che protegge i metadati e critta i messaggi di posta.
Per saperne di più.


Categorie:
  Tutte
83 Post
43 Aggiornamenti.
7 Post
2 Aggiornamenti.
1 Post
  Eventi
2 Post
  Ðümp
14 Post
2 Aggiornamenti.

Feed speciali:
  Video Censurati
  Telecamere

Archivio:


AnoptiBlog © 2017 EPTO
tramaci.org | Big Brother Viewer | Contatti