Il Blog che guarda tutto cio che vede
Imob Venezia: Per tutta la vita del sig. Rossi.






Ci eravamo gia espressi negativamente sull’IMOB ed il tracciamento degli utenti.
A quanto pare ACTV ci riprova.
Questa volta non c'è solo l'obbligo di convalida ma mettono pure i tornelli. Quindi è in atto un sistema altamente costrittivo per tracciarci tutti.
Non bastava l'acqua (per spostarci tra le isole della laguna dobbiamo usare i mezzi ACTV), adesso i tornelli. Come se non considerassero la scomodità ed i problemi pratici.
Ci sarebbe la famigerata legge regionale che ci obbliga a "bippare" l'imob, tuttavia la decisione è lasciata all'azienda di trasporti.
Ma quanto è applicata questa legge?
In realtà ci siamo accorti, facendo delle ricerche, che in Veneto solo 2 aziende hanno l'obbligo di convalida dell'abbonamento ad ogni corsa ed ad ogni cambio: ACTV e ACTT.
Per la stragrande maggioranza di aziende di trasporti, si usa ancora lo stesso sistema cartaceo che c'era prima di IMOB.
Per la gestione dei flussi e delle coincidenze, nei moduli di richiesta degli altri abbonamenti, si devono scrivere le tratte, i percorsi e gli orari. Così gestiscono i flussi.
Abbiamo condotto una ricerca sulle società di trasporti e sulla "gestione dei flussi".
É emerso che per gestire i flussi serve sapere quante persone entrano ed escono dai mezzi, non specificatamente quali persone.
Nei punti di scambio per individuare altri dati è sufficiente vedere i numeri di quanti entrano e quanti escono.

Grazie ad alcuni sondaggi ed indagini, sui vari sistemi centrali dei vari tipi di "imob" di diverse aziende di trasporti, emerge che non serve sapere chi va dove, ma servono solo le quantità. Per quanto riguarda ACTV la risposta è stata: "non sappiamo nemmeno noi perchè i dati sono associati al nome".

A questo punto è chiaro che ci troviamo di fronte ad un'eccedenza di dati (art.11 com. 1. let. d d.lg 196/2003).
Quanto riscontrato dai Garanti europei sembra proprio concretizzarsi.
Infatti l'analisi ed il trattamento di quei dati coincide proprio con questo:
Determinati impieghi della RFID possono costituire una violazione del diritto alla protezione dei dati personali (art. 1 del Codice) ed avere serie ripercussioni sull'integrità e la dignità della persona, anche perché, per le ridotte dimensioni e l'ubicazione delle cd. "etichette intelligenti" e dei relativi lettori, il trattamento dei dati personali attraverso la RFID può essere effettuato all'insaputa dell'interessato.

In particolare, come rilevato anche dal Gruppo dei garanti europei (documento di lavoro adottato il 19 gennaio 2005 dal Gruppo costituito ai sensi dell'art. 29 della direttiva n. 95/46/CE), l'impiego di tecniche di RFID, da parte sia di soggetti privati, sia di soggetti pubblici, può determinare forme di controllo sulle persone, limitandone le libertà. Attraverso l'impiego della RFID, potrebbero, ad esempio, raccogliersi innumerevoli dati sulle abitudini dell'interessato a fini di profilazione, tracciare i percorsi effettuati da quest'ultimo o verificare prodotti (vestiti, accessori, medicine, prodotti di valore) dallo stesso indossati o trasportati.

(Questo è un estratto del prov. 9 marzo 2005 su RFID).
Spesso ACTV menziona un provvedimento del Garante che darebbe un parere positivo su IMOB. Siamo andati a verificare e nemmeno dall'ufficio del Garante sono riusciti a reperirlo. Ma Esiste? Perchè non si trova nulla? Se non riesce a trovarlo l'autorità Garante mi domando dove sia questo fantomatico provvedimento.

Il sistema IMOB invia i dati al sistema centrale una volta al giorno attorno alle 2, 3, di notte. In tal situazione si possono vedere le validatrici con la scritta “Scaricamento in corso”. Quindi la gestione dei flussi può essere a livello statistico, ma con IMOB non si è in grado di rispondere alle esigenze in tempo reale.
Le suddette gestioni dei flussi evidentemente funzionano così bene che ACTV non è riuscita in anni di IMOB a far rispettare le coincidenze. (Sarebbe da capire quale significato ha il termine "coincidenze" in certi casi).

Non vi preoccupare perchè a quanto pare le altre aziende di trasporti del Veneto non hanno intenzione di passare al sistema digitale, eccetto una che è agli inizi, ma non ci sarà l’obbligo di convalida nemmeno li per gli abbonamenti come per ACTV.

L’atto di richiesta della tessera smart card di tipo calypso denominata imob è un’identificazione. L’atto della convalida della suddetta tessera è un’identificazione dell’utente nella posizione in cui si trova.
Il sistema AVL-AVM rileva la posizione del mezzo e la invia alle validatrici, che sono in grado di correlare i dati della posizione ai dati dell’utente.
Per i mezzi acquei le validatrici sono in una posizione prestabilita.
(Così come ci è stato confermato dalla direzione dei sistemi informatici di ACTV, si può ritrovare anche nelle documentazioni del sistema).
A quanto pare tutto questo sistema di bigliettazione è un metodo di tracciamento dell’utente. Attraverso l'imob si possono tracciare gli spostamenti degli utenti con associazione alla loro identità.
Di fatto nel sistema centrale ci sono tutte le nostre convalide, associate al nostro nome ed alla nostra posizione. I dati vengono dissociati successivamente (grazie a dei provvedimenti del Garante, altrimenti la situazione sarebbe stata come a Milano: Li tenevano per sempre).
Al momento emerge che non ci sia alcuna differenza di trattamento per chi aderisce o meno alla ricerca di mercato. La gestione dei flussi stessa è una ricerca di mercato. Non diamo il consenso ma siamo tracciati.


Adesso parliamo degli atti di convegno di "Club Italia":
Emerge analizzando la situazione che tra gli obiettivi proposti ci fosse proprio la pubblicità mirata ed il tracciamento dell'utente. Infatti basta vedere cosa stava succedendo a Milano. (Tenevano tutti i dati associati per sempre).
Non è una strana coincidenza?

Il sig. Rossi sale sul 12 alla fermata 171 alle 7:36.
Scende alla fermata 184 alle 7:49.
Il sig.Rossi sale sulla BLU alle fermata Lanza alle 7:54
Scende alla fermata Turati alle 8...
... e così, per tutta la vita del sig. rossi.


Ovviamente le alternative per non violare la privacy ci sono e non sono faticose. A quanto pare non sono mai state applicate e nemmeno ricercate.

Quindi per controbattere all'obbligo di convalida dell'abbonamento, ma soprattutto per tutelare la nostra dignità, libertà e privacy più di quanto le istituzioni non abbiano fatto fino ad adesso, abbiamo deciso di reagire.

Aggiorneremo questo post continuamente con tutte le informazioni. Intanto consigliamo di mandare un esercizio dei diritti ad ACTV per bloccare i propri dati.
Il modulo lo trovate su sito del Garante Privacy.
Noi scenderemo per le strade a raccogliere gli esercizi dei diritti per spedirli.
Troverete in questo post gli aggiornamenti con tutte le informazioni necessarie.

Se nel frattempo volete segnalare malfunzionamenti del sistema IMOB ed esprimere il vostro dissenso potete chiamare il numero di telefono: 041/88 76 381
e partecipare alla votazione indipendente.

 

Modulistica:

Esercizio dei diritti contro il tracciamento dell`utente.
Esercizio dei diritti in materia di protezione dei dati personali

 

Articoli correlati:
Imob Venezia, La tua libertà di movimento è finita?
Articolo: Non serve bippare
Video su imob (Youtube)

 

Links:
CLUB Contactless User Board:
Club Italia
Club Contactless

IMOB:
Imob venezia

Garante Privacy:
Garante Privacy
Provvedimenti Garante Privacy su RFID



 Aggiornamenti:
Fri, 03 Aug 2012 12:53:25 +0200 La Regione approva la modifica della legge.
La Regione Veneto ha approvato in data 02/08/2012 la modifica alla legge regionale. Non si possono più multare gli abbonati che non convalidano l`imob in corso di validità.

  From: noMob
Tue, 06 Dec 2011 00:00:00 +0100 Comfermato il passaggio da 72 ore a 24 ore nel database degli spostamenti IMOB.
L'assessore Bergamo sulla tracciabilità del sistema Imob: "Dati conservati solo per 24 ore per garantire la privacy" http://www.comune.venezia.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/51329
  From: NOMOB
Thu, 01 Dec 2011 23:15:00 +0100 Privacy in 24 Ore.
Dalla commissione IV: ACTV si impenga entro una settimana a portare il limite di memorizzazzione delle convalide da 96 a 24 ore. Questo dimostra l`impengo da parte dell`azienda di rispettare la privacy. Resta da chiarire solo il metodo di anonimizzazzione auspicando che quel cambio di numero seriale (come da fascicolo 61576) non sia solo una pseudo anonimizzazzione. Da chiarire anche come mai l`azienda dichiarò nel 2009 al Garante che le 96 ore dovevano essere il tempo minimo neccessario a trattare le informazioni per poi renderle anonime (ora si passa a 24 ore). Si precisa che 24 ore sta a significare in realtà 0 ore, perchè i dati sono raccolti una volta al giorno e restano fino a 24 ore nelle validarici. In tale situazione l`azienda al momento non può accedervi in alcun modo, deve prima scaricarli. Quindi si auspica che durante lo scaricamento non ci sia alcun numero di serie delle tessere IMOB. La cosa agghiacciante è che abbiamo fatto prima a rivolgerci ai politici che al Garante per ottenere l`esercizio dei diritti. Il Garante ha permesso le 96 ore perchè l`azienda dichiarò quanto scritto sopra. Nonostante le 160 richieste del comitato NoMob, la possibile situazione di ricorso, gli esposti etc... Pare che il Garante non si sia mosso verso ACTV. Infatti si è mossa la politica che in questo caso si è dimostrata più efficiente del Garante. Ci chiediamo cosa facciano da Roma.
  From: NoMob
Tue, 29 Nov 2011 09:00:00 +0100 Si parla di IMOB in IV commissione
Commissione IV, Comune di Venezia Ore 9:00 C'a Farsetti 29/11/2011 <a href="http://consiglio.comune.venezia.it/?pag=atti_conv_2400" target="_new">http://consiglio.comune.venezia.it/?pag=atti_conv_2400</a>
  From: NoMob
Sun, 27 Nov 2011 12:00:00 +0100 IMOB In IV Commissione
I comitati NoMob e "Non Valido" hanno richiesto di partecipare alla IV commissione (trasporti, martedì 29 novembre 2011 alle ore 09:00) per parlare di IMOB. Nel caso i temi non siano affrontati in commissione, per questioni di cesura od altro (come nella commissione IV precedente) i questiti saranno riciclati presso le testate giornalistiche.
Sat, 26 Nov 2011 00:00:00 +0100 Alt di Lido e Pellestrina sulla valdiazione IMOB
Il vicepresidente della Municipalità Andrea Bodi ha ricevuto il mandato di chiedere l'abolizione della validazione obbligatoria a Comune e ACTV.
Fri, 11 Nov 2011 15:45:00 +0100 nuova denuncia al Garante Privacy
Una nuova segnalazione è stata inviata al Garante della privacy su IMOB. Sono inclusi degli aggiornamenti ai fascicoli precedentemente trattati e delle prove che dimostrano che ACTV tiene i dati per più di 72 ore.
Sun, 06 Nov 2011 12:00:00 +0100 Vittoria in provincia
Unanime decisione della provincia di Venezia per l'eliminazione dell'obbligo di convalida per gli abbonati IMOB. Non sarà più obbligatorio bippare su tutte le linee di navigazione e sui bus nelle isole.
  From: NoMob
Thu, 29 Sep 2011 15:22:06 +0200 Dalla Nuova Venezia di ieri
No all'obbligo di vidimare gli abbonamenti Imob per le linee lagunari.
Dopo il Comune, dove la maggioranza dei consiglieri comunali (26 su 47) ha chiesto espressamente di eliminare l'obbligo voluto dal presidente Actv Panettoni, anche la Provincia si schiera contro l'iniziativa dei vertici aziendali.
Ieri in commissione Trasporti due consiglieri del Pdl, Pietro Bortoluzzi e RobertaNesto, hanno protocollato un ordine del giorno indirizzato alla presidente Francesca Zaccariotto e all'assessore ai Trasporti Giacomo Grandolfo. Chiedono che Actv ®ritiri immediatamente l'obbligo di timbratura degli abbonamenti ad ogni spostamento¯.
Vista in particolare la situazione degli imbarchi Actv e soprattutto il fatto che questa misura è inapplicabile ai mezzi d'acqua. Infine, scrivono i consiglieri, si tratta di una misura che non combatte l'evasione e non ha alcun effetto di utilità per l'azienda. Dunque anchela Provincia si associa al Comune, e invita l'Actv e l'assessore ai Trasporti Ugo Bergamo a tornare sui loro passi. E a rendere più semplice la vita agli abbonati.
  From: NOMOB
Sun, 25 Sep 2011 19:45:20 +0200 LUNEDI ORE 14 IN CONSIGLIO COMUNALE CA FARSETTI: Rimozione obbligo di convalida per gli abbonati.
Lunedì 26 settembre 2011 si deciderà per rimuovere l'obbligo di convalida per l'imob.
ORE 14 / 14.30 CA FARSETTI.
Venezia

Gli interessati sono invitati a partecipare in Comune di Venezia.

La vostra partecipazione contribuisce all`eliminazione del obbligo di convalida per gli abbonamenti imob e le multe agli abbonati che non hanno bippato.
È un occasione da non perdere per incominciare a cambiare le cose in questo paese.

Luogo: 14:30 Ca Farsetti, Comune di Venezia
  From: nomob
Sun, 25 Sep 2011 19:45:20 +0200 LUNEDI ORE 14 IN CONSIGLIO COMUNALE CA FARSETTI: Rimozione obbligo di convalida per gli abbonati.
Lunedì 26 settembre 2011 si deciderà per rimuovere l'obbligo di convalida per l'imob.
ORE 14 / 14.30 CA FARSETTI.
Venezia

Gli interessati sono invitati a partecipare in Comune di Venezia.

La vostra partecipazione contribuisce all`eliminazione del obbligo di convalida per gli abbonamenti imob e le multe agli abbonati che non hanno bippato.
È un occasione da non perdere per incominciare a cambiare le cose in questo paese.

Luogo: 14:30 Ca Farsetti, Comune di Venezia
  From: nomob
Wed, 04 May 2011 17:09:35 +0200 Nuova Pagina Web Del Comitato NOMOB
Il comitato NoMob ottiene una finestra su tramaci.org all'indirizzo tramaci.org/nomob
  From: NOMOB
Tue, 19 Apr 2011 14:43:03 +0200 IMOB Denunciato al Garante Privacy.

Oggi è stata invata all`autorità Garante Per La Protezione dei Dati Personali una segnalazione sul sistema IMOB.

In tale segnalazione si richiede l`intervento del Garante. Ci auguriamo che tale intervento sia tempstivo ed idoneo. Ci piace pensare che tale istituzione tuteli l`utente e non solo le società.

Ovviamente si auspica che ci siano soluzioni amichevoli, come per esempio la rimozione del obbligo di convalida per gli abbonati...


Prossimamente ci saranno ulteriori aggiornamenti in merito...

 


  From: epto
Tue, 19 Apr 2011 06:51:25 +0200 Anche questo Martedi a Ca Tron!
Mar. 19, Aprile H18:30 CA Tron
Seconda Raccolta Esercizi dei diritti contro IMOB.




Per richiedere il rispetto della nostra privacy e la rimozione dell`obbligo di convalida per gli abbonati.

In base agli artt. 7 e 8 d.lg 196/2003 Richiederemo ad ACTV di non registrare i dati sui nostri spostamenti.

Alle 18:00 a CA Tron
 


Download Richiesta di Esercizio dei diritti.

Comitato NoMob.
  From: NOMOB
Sun, 10 Apr 2011 16:41:24 +0200 Esercizio dei diritti.
Mar. 12 Aprile H18:00 CA Tron
Prima Raccolta Esercizi dei diritti contro IMOB.




Per richiedere il rispetto della nostra privacy e la rimozione dell`obbligo di convalida per gli abbonati.

In base agli artt. 7 e 8 d.lg 196/2003 Richiederemo ad ACTV di non registrare i dati sui nostri spostamenti.

Alle 18:00 a CA Tron
 


Comitato NoMob.
  From: NoMob
Fri, 08 Apr 2011 20:18:07 +0200 IMOB si può allenare!
Da alcuni test sulle tesere IMOB è emerso quanto segue:

"Bippando" ripetutamente gli abbonamenti IMOB, si allenano le tessere e diventano più forti.
Prima di questa pratica può capitare che l`imob debba essere proprio appicicato alla validatrice. Dopo ripetute bippate si potrà notare che l`imob potrà bippare anche a 9 cm di distanza.
  From: EPTO

◄ Commenti ►


Mitt. Per.Ind. *** Castello *** – 30122 Venezia – mob *** – pag. 1 di 2
Spett. Sindaco del Comune di Venezia
Ca' Corner – San Marco 2662 - 30124 VENEZIA
* * * * *
Spett. Procura della Repubblica di Venezia, San Marco 104 – 30124 VENEZIA
* * * * *
p.c. Spett. ACTV, Isola Nova del Tronchetto, 32 – 30135 VENEZIA
* * * * *
Oggetto: ricorso al verbale di accertamento n.092759/NVV del 30/08/2011 ; sospetta errata
interpretazione e sospetto abuso d'ufficio in riferimento alla L.Reg. N°25 del 30 ottobre 1998
art. 37 e 39; sospetta violazione della privacy rif. Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196
* * * * *
Spett. Sindaco,
p r e m e s s o c h e :
A) Il sottoscritto ***, è titolare della tessera IMOB n.*** e in possesso di
abbonamento nominativo, fatturato ed in corso di validità, definito per 2 linee
(navigazione e terraferma), sempre esibito all'agente accertatore richiedente.
B) l'art.37 della L.reg. 25/1998 ai commi 1 e 4 discerne volontariamente e chiaramente
specifica la differenza dei termini “titolo di viaggio” e “abbonamento nominativo”
C) l'art.37 al comma 1 obbliga gli utenti a munirsi di valido titolo di viaggio , ad
obliterarlo e convalidarlo anche all'inizio di singola tratta del viaggio [... omissis].
D) l'art. 37 al comma 4 impone le sanzioni di cui ai commi 2 e 3 solamente, e ripeto
solamente, nel caso in cui: “ l'utente titolare di abbonamento nominativo non sia in
grado di esibirlo all'agente accertatore”, come pure ben descritto a tergo del verbale.
E) L'art.37 continua, evidenziando e citando “l'abbonamento nominativo” non in qualità
di generico “titolo” bensì specificandolo meglio e rafforzandolo, conferendogli il valore di
“documento di viaggio” ; l'abbonamento nominativo perciò non è un semplice “titolo
di viaggio” di breve durata e tratta metrica, bensì è il documento di identità dell'utente
che lo rende idoneo al viaggio nei limiti temporali definiti dal contratto.
F) Il giorno 30/8/2011 l'agente accertatore matr.8460, basandosi sulla L.Reg n.25/2008
ma ignorando la differenza da essa stabilita tra “titolo di viaggio” e “abbonamento”,
emetteva verbale n.*** /NVV con causale cod.10 (mancata convalida singola tratta)
che però, per la L.reg.25/'98, è applicabile solo ai “titoli di viaggio”.
G) ACTV spa (d'ora in poi denominata ACTV) ha munito gli accessi dei pontili d'imbarco di
apparecchi elettronici che, allo “sfioramento” del “titolo di viaggio” o dell'
“abbonamento” emettono: (E.a) segnale sonoro monotono (detto “bip”) percepibile a
40cm di distanza a soli 60÷65db (circa) di pressione sonora; (E.b) luce a bassa
intensità luminosa; (E.c) nota descrittiva con cristallo liquido.
H) ACTV, al momento dello sfioramento dell'apparecchio elettronico, forse memorizza il
codice della tessera (e quindi le generalità dell'utente) e magari conserva tale
informazione a tempo indeterminato, anche ad insaputa degli utenti stessi che
diventano controllati nei tempi e punti d'imbarco.
I) ACTV, impiegando l'apparecchio elettronico descritto al punto G, non rilascia alcuna
comprova e/o attestazione tangibile e/o scritta (stampa, timbro, descrizione e/o
bollino), né regolarizza l'accesso a pontile o mezzo per esempio con cancelli o tornelli.
J) ACTV non munisce di dispositivo di verifica il mezzo o il personale di bordo; solo
univocamente, tramite i propri “agenti accertatori” muniti di dispositivo elettronico
portatile, dimostra di esser l'unica a saper e poter accertare l'avvenuto sfioramento.
* * * * *
Tutto ciò premesso, il sottoscritto
e v i d e n z i a c h e :
I. ACTV, ai sensi della L.Reg. n.25/1998 artt. 37 e 39, può esigere la “convalida” del
“titolo di viaggio” (vulgo: “biglietto”) ma non può, né deve, estendere la definizione di
“titolo di viaggio” a ciò che invece è propriamente definito “abbonamento” dalla Legge
Regionale stessa.
II. ACTV , ai sensi della L.Reg. n.25/1998 artt. 37 e 39, può solo rilevare infrazione al
titolare di abbonamento nominativo qualora esso non possa esibirlo all'agente
accertatore; ACTV rilevando infrazione sui presunti “mancati sfioramenti” dell'abbonato
potrebbe dimostrare di esser motivata dall'esigenza di “far cassa” similmente a quanto
è avvenuto per i “T-RED”, pur conscia di quanto poi è purtroppo conseguito.
Mitt. Per.Ind. *** Castello **** – 30122 Venezia – mob **** – pag. 2 di 2
III. ACTV dà all'utente mezzi di verifica poco adatti in quanto: (III.a) il rumore di fondo
diurno soffoca il “bip” emesso dall'apparecchio elettronico, il cui monotono si confonde
con altri rumori simili; (III.b) la spia luminosa dell'apparecchio elettronico è facilmente
oscurata dalla luminosità diurna; (III.c) il cristallo liquido della nota descrittiva è poco
contrastato (carattere grigio chiaro su fondo tenue).
IV. ACTV obbliga l'utente all'azione di “sfioramento” che è soggettiva ed approssimata
(forse più adatta all'apricancello che alla validazione) se confrontata alla diversa azione
calibrata ed oggettiva, definita per esempio dall'introduzione della tessera in una
fessura (come si fa a per es. a Milano e nelle metropoli del mondo).
V. ACTV, spesso non regolarizza e/o limita l'accesso ai pontili o ai mezzi con i tornelli né dà
modo all'utente di verificare la propria condotta e la buonafede.
VI. ACTV con propri mezzi e agenti accertatori verifica l'avvenuto sfioramento in modo
univoco ed arbitrario, pure con disarmante resoconto verbale; inoltre l'agente
accertatore non dà all'utente il riscontro cartaceo (scontrino meccanizzato) di quanto
legge ed afferma.
VII.ACTV redige il verbale con il testo della Legge Reg. n.25/1998 e succ. modifiche, ma lo
fa con interpretazione arbitraria e coercitiva, pure attuando provvedimenti non prescritti
dal dettato legale.
VIII.ACTV pare che non rispetti l'obiettivo della L.Reg. n.25/1998, che è la semplificazione,
in questo caso facilitata dal rapporto fiduciario che si instaura tra l'azienda e l'utente
abbonato titolare del documento di viaggio che lo eleva a utente di fiducia; nel merito,
si evidenzia che il “titolo di viaggio” è di grado inferiore all'abbonamento e destinato
all'utente occasionale e spesso sconosciuto.
IX. ACTV essendo praticamente l'unica in grado di asservire il cittadino negli spostamenti (a
Venezia sono impraticabili i mezzi privati di spostamento veloce, in quanto le ruote non
sono ammesse e non vi sono parcheggi scambiatori per imbarcazioni) è praticamente in
regime di monopolio e di prevalente forza di controllo delle persone e degli spostamenti,
perciò il volontario mancato sfioramento dell'abbonamento, in taluni casi, può esser
indotto dalla legittima difesa per il diritto alla privacy dell'utente.
X. ACTV nel redigere il verbale n.*** ha moralmente e fattivamente obbligato il
sottoscritto a redigere i presenti scritti difensivi con diligenza e perizia tecnica .
* * * * *
Tutto ciò premesso ed evidenziato, il sottoscritto
c h i e d e :
1. l 'annullamento del verbale ACTV n.***/NVV fondato sulla L.Reg.n.25/1998
artt. 37 e 39 causale n.10, però inapplicabile allo specifico abbonamento.
2. Il resoconto di tutte le tratte percorse dal sottoscritto dal 1 aprile 2011 di cui ACTV
abbia notizia o memoria, affinché il sottoscritto possa conoscere informazioni personali
ad esso ignote ma forse ben note a terzi.
3. La ricezione di scontrino ufficiale , attestante quanto forse descritto ed evidenziato
dell'apparecchio di verifica portatile dell'agente accertatore matr.8460 che dichiarava a
voce, il presunto mancato sfioramento del 30 agosto 2011.
4. che le autorità competenti possano assicurare che ACTV abbia correttamente
interpretato e rispettato: la Legge Regionale n.25/2008 e il Decreto legislativo 30
giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali; che ACTV si sia
dotata ed abbia dotato gli utenti di idonei mezzi biunivoci per l'abilitazione al viaggio
atti a garantire la trasparenza.
5. L'adeguamento, delle apparecchiature elettroniche di validazione : aumentando il “bip”
rispetto al rumore di fondo; migliorando la luminosità diurna, la leggibilità, l'attivazione.
6. Il riservo, relativo al risarcimento, da computarsi secondo tariffa legale, per: a) il tempo
impiegato a redigere gli scritti difensivi; b) il tempo trascorso il 30 agosto 2011, in
orario di ufficio, con gli agenti accertatori; c) del tempo perso a “sfiorare” il proprio
abbonamento ad ogni tratta finora percorsa dal 1° aprile 2011; d) i danni morali subiti.
* * * * *
Venezia, 31/08/2011, il sottoscritto richiedente: per.ind. ***
* * * * *
Allegata: copia del verbale n.***/NVV del 30/08/2011
* * * * *

PS. PER TUTTA RISPOSTA, SENZA ATTENDERE IL RICORSO ACTV MI HA MANDATO MULTA DOPPIA, CHE HO PAGATO PER CHIUDERE VICENDA MA MI SONO RISERVATO IL RECUPERO DEL CREDITO, ASPETTO EVOLUZIONI E ESITI . CIAO
Sun, 05 Aug 2012 12:54:42 +0200 | User: claudio berti

LEGGE REGIONALE SCRIVE:
biglietto = titolo di viaggio = vidimazione
abbonamento = documento di viaggio = esibizione all'agente accertatore
da cui obbligo decanteto = RECIDIVO ABUSO D'UFFICIO = DENUNCIARE ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA
Tue, 18 Oct 2011 17:49:09 +0200 | User: claudio berti

La legge regionale si riferisce agli abbonamenti SOLO NEL CASO NON SI é IN GRADO DI ESIBIRLO AL VERIFICATORE. Il fatto che un abbonamento valido l'ACTV da un tempo di 40 minuti e in caso ci si trova a bordo del battello (che non ha il palmare)non si è in grado di convalidarlo divenendo di fatto fuori legge è una truffa al danno dell'utente che ha il titolo di viaggio valido. Qui deve intervenire l'Amministrazione Comunale.
Tue, 05 Jul 2011 17:58:10 +0200 | User: danilo

Quanto costa questo nuovo sistema elettronico rispetto al vecchio abbonamento su cartoncino che non aveva bisogno di alcuna manutenzione?
Qual'è stata la necessità di un così forte aggravio di costi che verrà scaricato sull'utenza. Quali sono le ditte che lavorano su questi deliranti progetti?
Fri, 15 Apr 2011 14:08:18 +0200 | User: g

◄ Inserisci il tuo commento ►

Nome:
E-Mail:
Sarà verificato l'indirizzo di posta.
I commenti senza email non saranno accettati.

Commento

 
Invia

Informativa: (Art.13 D.Lgs. 196/2003)
Il tuo indirzzo email non sarà soggetto ad alcuna diffusione ed utilizzo. L'indirizzo email ci serve per confermare i commenti in modo da evitare utilizzi automatzzati della piattaforma web. L'inserimento della email in questa casella non comporta alcuna iscrizione, potra solo essere usato per inviarti le risposte in caso di domande.


Mappa delle telecamere:

Big Brother Viewer


Cerca:


Tramaci.org su Facebook:

F  
Sinottico:
sinottico Quanto è videosorvegliata la tua città?
Scoprilo anche tu visitando il Sinottico.
Potrai avere informazioni sulla videosorveglianza della tua città.

Anti IMOB:

NON É PIÚ OBBLIGATORIO VALIDARE GLI ABBONAMENTI IMOB:
Per saperne di più.
Comitato NoMob.
Novità su IMOB.

OnionMail:
OnionMail Tor Hidden service di Posta:
Nuovo server di posta che protegge i metadati e critta i messaggi di posta.
Per saperne di più.


Categorie:
  Tutte
83 Post
43 Aggiornamenti.
7 Post
2 Aggiornamenti.
1 Post
  Eventi
2 Post
  Ðümp
14 Post
2 Aggiornamenti.

Feed speciali:
  Video Censurati
  Telecamere

Archivio:


AnoptiBlog © 2017 EPTO
tramaci.org | Big Brother Viewer | Contatti